Cocer Esercito : attuale legge su sindacali militari complicherà tutto. Chiesta audizione con le Commissioni Parlamentari

sindacati

La legge sui sindacati militari approvata in Commissione Difesa non piace neanche al Cocer dell’Esercito italiano. Con la delibera di ieri, 4 giugno 2020, i delegati hanno chiesto un’audizione con le Commissioni Parlamentari.

IL CO.CE.R. nella delibera richiama  l’art. 870 del D.P.R. del 15 marzo 2010 n. 90, rammentando ai comandanti che la cura degli interessi del personale militare rientra fra i loro doveri , ed il personale militare, in riferimento alle materie di cui agli articoli 878, 879 e 880 del D.P.R. sopracitato, esprime pareri, formula richieste e avanza proposte, prospettando istanze di carattere collettivo.

Tale sistema – sostengono i delegati – favorisce, nell’ambito interforze e all’interno di ciascuna Forza Armata e Corpo armato, lo spirito di partecipazione e di collaborazione e contribuisce a mantenere elevate le condizioni morali e materiali del personale militare nel superiore interesse dell’Istituzione.

Il Co.Ce.R. della Sezione Esercito – continuano i rappresentanti – ha sempre trattato materie attinenti la propria peculiarità e mai ha affrontato materie non di pertinenza che potrebbero aver leso o messo in difficoltà la Forza Armata, la sua immagine e l’immagine dei suoi Vertici, ma ha sempre avuto come focus principale la tutela della dignità, degli interessi e dei diritti del personale rappresentato. 

Malgrado  ciò, fatti recenti hanno generato un’apparente limitazione, anche in forma di appesantimento burocratico, sia della libertà di opinione sia di espletamento del mandato.↓

I temi affrontati dal Co.Ce.R. e dalle sue varie articolazioni, senza soluzione di continuità, hanno prodotto una particolare attenzione verso i delegati e hanno dimostrato che lo strumento attuale non risponde alle esigenze del momento e – continuano i rappresentanti del Cocer – potrebbe non garantire la piena libertà di espressione del delegato su temi e argomenti di stretta competenza della rappresentanza militare. Tale considerazione è la chiave fondante di un principio che deve necessariamente essere rimodulato e garantito nella stesura della prossima Legge che regolamenterà le Associazioni Sindacali affinché sia veramente possibile esercitare con efficacia le funzioni sindacali nell’ambito della specificità militare.

Accadimenti recenti, apparentemente irrilevanti – concludono i delegati – potrebbero aver prodotto uno “scollamento” tra il Co.Ce.R. e l’Autorità di Vertice a causa di interposizioni di organi di staff. Su tali aspetti appare doveroso e necessario informare le Istituzioni Parlamentari sul quadro in cui versa oggi la Rappresentanza, soprattutto dell’Esercito, al fine di poter dare un quadro più ampio sulle difficoltà che oggi esistono e potrebbero realisticamente anche essere maggiori per le associazioni sindacali militari a seguito dell’approvazione della relativa legge.

METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI. SIAMO ANCHE SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

Loading…






Condivisione

Lascia un commento