Civili Difesa: Problematiche riguardanti dipendenti con carica sindacale, preposti a incarichi con posizione organizzativa, riconducibili direttamente o indirettamente alla gestione del personale all’interno dell’Ente di appartenenza.

Di seguito la circolare di Persociv:

Sono pervenuti numerosi quesiti in merito all’applicabilità dell’articolo 53, comma 1bis, del decreto legislativo n. 165/2001, con riferimento a problematiche riguardanti dipendenti con carica sindacale, preposti a incarichi con posizione organizzativa, riconducibili direttamente o indirettamente alla gestione del personale all’interno dell’Ente di appartenenza.

La presente circolare ha, pertanto, lo scopo di chiarire gli ambiti applicativi della norma e la corretta individuazione delle casistiche ad essa riconducibili.

La suddetta disposizione prevede che: “Non possono essere conferiti incarichi di direzione di strutture deputate alla gestione del personale a soggetti che rivestano o abbiano rivestito negli ultimi due anni cariche in partiti politici o in organizzazioni sindacali o che abbiano avuto negli ultimi due anni rapporti continuativi di collaborazione o di consulenza con le predette organizzazioni”.

La medesima disposizione delinea una specifica fattispecie di inconferibilità che prevede l’inconferibilità di incarichi finalizzato a preservare le funzioni dirigenziali da condizionamenti che ne pregiudicano l’indipendenza e l’imparzialità. A questo riguardo, l’intendimento del legislatore è stato, pertanto, quello di prevedere che destinatari della norma in questione fossero essenzialmente i titolari di incarichi dirigenziali ex art. 19 del decreto legislativo n. 165/2001 o eventuali loro delegati, al fine di preservarne le prerogative loro attribuite dalla legge. Sul punto, lo stesso Dipartimento della Funzione Pubblica con circolare n. 11/2010 ha fornito a suo tempo linee di indirizzo in tal senso specificando, tra l’altro, che la norma in questione “ va interpretata in maniera strettamente attinente alla finalità perseguita” poiché “…introduce un impedimento ovvero una condizione ostativa al conferimento di direzione nelle amministrazioni con riferimento alla preposizione a strutture che gestiscono il personale” e, aggiunge, “…interferisce con libertà costituzionalmente tutelate”.

Ciò premesso, i destinatari della norma – e cioè i “titolari di strutture deputate alla gestione del personale” – sono individuati secondo i seguenti criteri: Il resto della Circolare lo trovi QUI

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento