Appalto Palazzo Marina Militare – Un ufficiale sotto accusa

Roma, 7 nov. (askanews) – Un appalto per migliorare la sicurezza di ‘Palazzo Marina’, la sede ministeriale della Marina Militare a Roma e gli interessi di una sorta di gruppo d’affari. Sono questi gli ingredienti dell’inchiesta condotta dalla Procura di Roma che è arrivata nelle ultime ore al deposito degli atti nei confronti di 5 persone accusate, a vario titolo ed a seconda delle singole posizioni, di abuso d’ufficio e falso. Continua ↓

Sotto accusa ci sono un ufficiale della stessa Marina Militare, Antonio Rizzo, e i manager delle società Vitrociset e Bmd: Giovanni Mazzini, Giovanni Macellari, Andrea Virtuoso, e Manuel Fabrianesi. Continua ↓

In particolare il pm Stefano Rocco Fava imputa a Rizzo, capo del servizio del Centro Telecomunicazioni e informatica della Marina, che “in qualità di responsabile del procedimento di affidamento dei lavori di implementazione e ammodernamento degli impianti di sicurezza presso il Palazzo Marina di Roma ometteva di segnalare all’amministrazione aggiudicatrice l’esistenza di un subappalto illegittimo in quanto non autorizzato ed avente ad oggetto una quota superiore del 30% dei lavori, tra la Vitrociset Spa, impresa aggiudicataria e la Bmd Srl” Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento