https://drive.google.com/file/d/1USEGe7uf2sJgFOtBodsIrR3flDgM2BgY/view?fbclid=IwAR2ATfNhTBWoXdPWSKXE4wBnPzX0IPxXvcXil2t6Ha2PLlotd284eB_K9-Y

AMUS: Il Sindacato per i militari è legge, l’istituzione si perfeziona!

Ci sono voluti quattro anni, dalla storica sentenza della Corte Costituzionale n. 120/2018, per far approvare definitivamente la legge che permetterà alle Associazioni Sindacali dei Militari di operare formalmente a tutela del personale con le stellette.

Il percorso è stato complesso, tortuoso e carico di ostacoli, con emendamenti che puntualmente sembravano concentrarsi più sul togliere (anche nei diritti elementari) che sul dare.

 

Insomma, una consuetudine da sempre riservata al popolo militare costretto a convivere in una democrazia limitata, la stessa che difende senza se e senza ma, inscindibile abnegazione verso la difesa dei cittadini e delle libere istituzioni mai ripagata con quell’atto di fiducia che gli stessi meritavano da tempo.

Ad essi invece è stato riservato piuttosto uno status di cittadini di serie “B”, diversi rispetto alla totalità del restante mondo del lavoro.

Non sfugge a tale realtà il provvedimento appena approvato. Carente, intriso di barriere, storpiato da anacronistici divieti e negazioni di agibilità reale ma che tuttavia ci consente finalmente di aggregarci in associazioni professionali di categoria, autonome e democratiche nella forma e rappresentative nei fatti.

Ora è tempo di rimboccarsi le maniche, siamo di fronte al cambiamento tanto auspicato e niente e nessuno potrà più fermarlo.

La Rappresentanza Militare è al termine della propria esperienza e non si può negare il contributo che questa istituzione ha fornito per lo sviluppo democratico delle forze armate. Ma adesso tocca a noi prendere per mano i lavoratori del Comparto per completare quel processo di valorizzazione del fattore umano ancora molto lontano dal vedersi compiuto.

Questa legge rappresenta un punto di partenza e non di arrivo. Con la consapevolezza che il percorso per migliorare nel tempo il portato normativo sarà lungo e non privo di ostacoli AMUS–Aeronautica è pronta, fondata per questo, per consolidare la presenza degli uomini e donne dell’Arma Azzurra sui tavoli istituzionali, quelli che contano.

Ora auspichiamo che i decreti attuativi non conoscano ritardi ovvero quei rallentamenti causati da prese di posizioni concepite esclusivamente per il “non fare”, al pari di quanto accaduto durante il percorso legislativo.

Urge rendere immediatamente operativi i sindacati militari con atti esecutivi immediati che consentano di entrare nelle caserme, con chiare regole di finanziamento e deleghe sindacali nonché sul fronte dei permessi sindacali affinchè si possa iniziare ad operare da subito e compiutamente, in nome e per conto del personale rappresentato.

Ci attendiamo di essere convocati al più presto dalle forze politiche e dai vertici militari in primis, affinchè la nostra associazione sindacale sia considerata risorsa dell’istituzione umana che rappresenta, senza la quale considerazione la stessa azione di comando sarà destinata a fallire.

Forti delle nostre idee e della nostra decennale esperienza in termini di associazionismo e di tutela legale di settore, siamo certi di far accrescere sempre più questa comunità di uomini e donne in azzurro, convinti proprio dal supporto che in migliaia ci avete già fornito.

Ora tocca a voi. È con la vostra partecipazione che ci permetterete di tutelarvi come meritate.

Iscriviti, sostienici.

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento