Una multa e tre in tribunale – Maresciallo, Comandante e Sindaco

Tre giudici, sette avvocati, un pubblico ministero, una sfilza di testimoni e cinque imputati, di cui uno presente in aula per tutte e sette le ore di udienza. Tutto generato da una multa per eccesso di velocità. È andato in scena ieri in tribunale a Belluno il primo atto di un processo che si preannuncia impegnativo:

è quello che vede sotto accusa, a vario titolo, il maresciallo dei carabinieri Cosimo Fanigliulo insieme al comandante della polizia locale di Lentiai Fabio Cavalet, al sindaco di Lentiai Armando Vello e ai carabinieri Nicola Eramo e Giovanni Agricola.

Che la vicenda sia particolarmente complessa lo ha premesso anche il giudice Paolo Velo, che presiede il collegio composto da Angela Feletto e Fabio Santoro: Velo ha invitato tutti ad essere il più possibile precisi su eventi, parole, luoghi. Missione ardua, quella di separare i fatti dalle opinioni, in una vicenda che tocca da vicino la sfera personale dei protagonisti. La multa della discordia. L’udienza che ieri mattina ha dato il via il dibattimento si è aperta con la testimonianza dell’uomo che, con una nota in Procura, ha aperto una sorta di vaso di Pandora.Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento