TFS… un miraggio? Lettera aperta di un Luogotenente dell’Aeronautica in quiescenza

https://www.lavoroediritti.com/leggi-e-prassi/riscatto-tfs-tfr-domanda-inps-online

Pubblichiamo di seguito quando pervenuto in redazione, con la speranza che l’ Inps inizi presto a corrispondere il dovuto in tempi degni 

Sono un 1° Lgt dell’A.M., mi trovo nella posizione di riserva e a carico dell’INPS dal 2 Luglio 2018.

Sono uscito con il totale di 42 anni contributivi, si, in una cosa mi considero fortunato, lo stesso mese di Luglio ho percepito il mio primo cedolino dall’Ente previdenziale. Ma la fortuna è finita qui.↓

Non ho mai chiesto la certificazione della spettanza TFS , ora, posso dire a distanza di due anni e oltre, che so già comunque quanto sia la cifra che mi spetta, avendo comunque nel frattempo avuto modo di confrontarmi con alcuni ex colleghi.

Quando sono uscito dalla F.A. i conteggi amministrativi che sono stati spediti a Roma, non includevano il rinnovo del contratto ormai vetusto e scaduto nell’anno 2018, quelli aggiornati, mi sono stati recapitati a Maggio 2020, ovviamente inoltrati anche all’INPS di Roma Tuscolano (dove tutti noi indipendentemente dal luogo di residenza, facciamo capo).

La Cassa di previdenza mi è stata liquidata in un mese solare, e,  ancora ad oggi, non mi è stata corrisposta la differenza. Il TFS ormai ambito, che come a tutti serve per progetti o impegni, ad oggi 10 Agosto 2020 è un oscuro oggetto del desiderio.

In data odierna ho mandato una mail al servizio INPS Risponde, con la quale ho chiesto lumi:

ho solo ed esclusivamente chiesto se, visto il periodo agostano, le problematiche del surplus lavorativo a cura del personale INPS per evadere le molteplici richieste di tante persone per le problematiche legate al COVID, avrebbe influito ulteriormente ai tempi di ritardo per l’elaborazione della mia pratica.

Mezz’ora dopo mi è arriva la risposta… e quando l’ho letta mi sono cascate le braccia e mi è salito il nervoso. Il testo della mail altro non era che un messaggio preimpostato che spiega le modalità di erogazione del TFS, differenziato per le varie tipologie, per decesso, per limiti di età, per dimissioni volontarie, praticamente quasi mezza pagina di un foglio A4 di notizie che anche i sassi ormai conoscono.

Nella risposta, nemmeno un accenno al mio quesito, niente di niente. Ora, dico io, e mentre scrivo (girano le p…e), è mai possibile che in un paese civile, chi dovrebbe dare risposte, lo fa senza nemmeno prendere in considerazione quello che si chiede? Ma perchè?

Nel paese dei balocchi di pinocchi, politucoli che non reggono due anni di Legislatura, che praticamente nascono come funghi e finiscono spesso la loro carriera come il battito delle ali di una farfalla, anche a loro viene riservato questo IGNOBILE trattamento?

E’ questo il ringraziamento per chi raggiunto l’agognato traguardo, dove chi avrebbe bisogno di passare qualche anno in piena tranquillità e vedere soddisfatto qualche sogno o progetto che sia, praticamente deve aspettare e aspettare quasi al limite delle tempistiche previste, ad oggi, e purtroppo legittimate dall’allora Governo Monti e prima di lui artefice di cotanta ingiustizia il Signor Berlusconi?

Un sentito grazie se vorrete pubblicare questo sfogo personale.

Cordialmente saluto

1° Lgt. A.M. in quiescenza D.C.


METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI. SIAMO ANCHE SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

Loading…






Condivisione

Lascia un commento