Sappe: a Frosinone poliziotti stanchi e demotivati. Necessari provvedimenti

FROSINONE, DOPO L’ISPEZIONE IN CARCERE, IL SAPPE CHIEDE URGENTI INTERVENTI PER IL PENITENZIARIO DI VIA CERRETO

Ferma presa di posizione del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, la prima e più rappresentativa della Categoria, dopo l’ispezione fatta nel carcere di Frosinone la settimana scorsa. Il SAPPE ha infatti chiesto urgenti provvedimenti correttivi circa l’organizzazione interna dei servizi, fino a sollecitare l’avvicendamento del personale impiegato nell’Ufficio.

Spiega Donato Capece, segretario generale del SAPPE, che ha guidato la visita ispettiva sindacale a Frosinone: “Martedì scorso sono stato, insieme ai dirigenti sindacali del SAPPE regionali e locali, nel penitenziario del Frusinate.

Appena giunti in istituto siamo stati avvicinati da un ingente numero di poliziotti i quali ci sono apparsi frustrati, stanchi e demotivati, anche perché gli stessi hanno lamentato una generale disorganizzazione e disfunzione di tutto l’istituto che, per forza di cose, si starebbe ripercuotendo anche sul benessere psico-fisico degli stessi dipendenti ivi amministrati.

Pensate che in carcere c’è un solo centralinista (!) e se qualora si dovesse assentare l’istituto sarebbe irrintracciabile poiché, nonostante le nostre sollecitazioni di ormai molti mesi fa, ancora nessuna unità di  personale “civile” è stata designata come sostituto”.

Capece, in una lettera inviata ai vertici regionali e nazionali del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, denuncia che “il penitenziario è alquanto sporco e insalubre e presso i locali passeggi vi sono escrementi di volatili e sporcizia di varia natura.

La cosa più grave, a nostro avviso, è il comportamento irriverente e irridente degli addetti all’ufficio servizi e del responsabile ivi impiegato, poiché sarebbero poco propensi al dialogo con il personale del Corpo e, a quanto pare, spesso e volentieri, predisporrebbero dei turni di servizio nemmeno lontanamente previsti dai contratti colletti di lavoro”. Non solo.

Durante la nostra visita”, segnala ancora il Sindacato, “abbiamo appresso che i poliziotti impiegati presso l’U.O. “Sala Colloqui”, quasi tutti i giorni sarebbero in numero inferiore rispetto ai livelli minimi di sicurezza e, inoltre, l’addetto alla vigilanza e osservazione della “Sala Avvocati” verrebbe, spesso, impiegato anche per le video-conferenze, sottraendo, pertanto, una ulteriore unità alla U.O. in parola”.

E’ la impietosa la denuncia di Capece: “Il personale di Polizia Penitenziaria del carcere di Frosinone è davvero stanza e – a distanza di mesi, forse anni – non riesce più a sostenere gli eccessivi carichi di lavoro che derivano, indubbiamente, anche e soprattutto dalla scarsa capacità gestionale dell’istituto”.

Da qui la richiesta al Provveditore regionale penitenziario, Carmelo Cantone, di “effettuare una visita ispettiva e di sollecitare la Direzione del carcere frusinate a una diversa (e migliore) gestione del penitenziario, cominciando ad avvicendare il personale dell’Ufficio Servizi che, evidentemente, non ha più adeguati stimoli professionali per garantire il rispetto dei diritti soggettivi del Personale e l’efficienza nonché l’efficacia dei servizi istituzionali del personale del Corpo di Polizia Penitenziaria in servizio al carcere di Frosinone”.

Il SAPPE ricorda i numeri delle carceri e dell’esecuzione della pena in Italia: alla data del 30 giugno scorso, erano detenute nelle carceri del Paese 53.579 detenuti rispetto alla capienza regolamentare di poco meno di 50mila posti. Gli stranieri ristretti nelle nostre carceri sono 17.510 (il 32,68%). Ben 102.604 i soggetti seguiti dagli Uffici di esecuzione penale esterna, 1.348 i minorenni e giovani adulti presenti nei servizi residenziali e 13.279 quelli in carico ai servizi della Giustizia minorile.

Nel carcere di Frosinone erano ristrette 486 persone: 194 gli imputati, 291 i condannati e un internato. I detenuti stranieri erano 114 (pari al 23,50% dei presenti)

Roma, 6 luglio 2020

Dott. Donato CAPECE – segretario generale SAPPE

METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI. SIAMO ANCHE SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

Loading…






Condivisione

Lascia un commento