QUANDO UN CARABINIERE DOPO ANNI DI TRITACARNE MEDIATICO VIENE GIUDICATO INNOCENTE

Finisce l’odissea giudiziaria per il nostro segretario Provinciale di Oristano del Nuovo Sindacato Carabinieri Luca Sanseverino, per anni tenuto sulla graticola a seguito di una denuncia da parte del suo diretto Comandante di Compagnia.

Una denuncia che poi non ha retto il vaglio della Corte Militare d’Appello  che ha assolto  con formula piena il nostro dirigente sindacale “perché il fatto non sussiste”.

Ennesima e splendida vittoria per il Capo Ufficio Legale del Nuovo Sindacato Carabinieri Avvocato Giorgio Carta. Un pensiero lo rivolgo a Luca e alla sua famiglia per ciò che hanno dovuto subire in questi anni difficili,  sapendolo innocente. Come sempre accade, me lo immagino emarginato e guardato come un appestato da alcuni suoi stessi colleghi, isolato da tutti, e spesso con solo l’Avvocato Giorgio Carta come amico e consigliere o con il Nuovo Sindacato Carabinieri dove aveva trovato una dimensione nella quale non veniva visto come un appestato ma come un collega da tutelare.  

Un pensiero alla politica che sta per approvare una legge iniqua sui sindacati militari, affinché  riflettano sul fatto che un carabiniere non solo è sottoposto ai più  svariati doveri particolari, ma addirittura questa legge vorrebbe limitare i nostri diritti regalandoci un sindacato di serie  ” C”.

Luca, adesso sei sereno, continuiamo con passione la nostra attività sindacale in difesa  e a tutela dei diritti dei nostri colleghi.
Massimiliano Zetti, Segretario Generale del Nuovo Sindacato Carabinieri
 


METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI. SIAMO ANCHE SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

Loading…






Condivisione

Lascia un commento