Poliziotto suicida a Roma. Secondo caso nella Polizia, il sesto tra le divise nel 2020

Il dramma si è consumato ieri presso l’abitazione dell’agente. Si sarebbe ucciso sparandosi al cuore.

La tragedia è avvenuta nel quartiere Collatino, in via Salvatore Talamo ,a Roma. Un assistente capo superiore di 58 anni in servizio al dipartimento della Polizia al Viminale, si sarebbe suicidato con la propria pistola di ordinanza. L’insano gesto sarebbe avvenuto attorno alle 14.00 di ieri, domenica 26 gennaio 2020 presso la sua abitazione, precisamente in camera da letto.



I familiari lo stavano attendendo per il pranzo, ma non vedendolo arrivare si sono preoccupati, quando hanno cerato di contattarlo per telefono. Dopo i vani tentativi hanno deciso di avvisare i colleghi, che una volta giunti nella sua casa ( dove viveva da solo)  hanno fatto la drammatica scoperta. Inutile l’intervento del 118. Al loro arrivo l’agente era già deceduto. Ignote le cause del gesto. Gli inquirenti avrebbero aperto un fascicolo per far luce sulla vicenda.





METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI, OPPURE SEGUICI SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

Loading…


Loading…

Loading…

Condivisione

Lascia un commento