PENSIONI PERSONALE MILITARE: LA RICHIESTA AL MINISTRO DELLA DIFESA GUERINI

Le Pensioni delle Forze Armate sono ormai un tasto dolente per il governo italiano. I  militari sono costretti ad attendere il limite ordinamentale dei 60anni, malgrado in molti riescano a raggiungere i 37 anni e 3 mesi di servizio effettivi, sufficienti a poter essere collocati in quiescenza qualche anno prima.



Questo come diretta conseguenza delle norme istituite negli ultimi anni, come  il “moltiplicatore” che ad esempio aumenta il coefficiente di calcolo dell’importo maturato nell’arco della vita contributiva, o della mancanza di una legge che disciplini la previdenza complementare nelle forze armate, che andrebbe ad aggiungersi a quella obbligatoria al fine di garantire un assegno pensionistico più corposo.

A tutto ciò si aggiungono le miriadi di ricorsi depositati presso la Corte dei Conti ( ricorsi che interessano soltanto il  personale con almeno 18 anni di contributi entro  il 31.12.1995 e quasi tutti vinti )  circa l’applicazione dell’articolo 54 del DPR. 1092/73 riguardante il calcolo dell’assegno pensionistico per il personale delle Forze Armate.



Inoltre avrebbe  fondamentale importanza un incremento del coefficiente di trasformazione oggi fermo al 4,532%.Tale coefficiente dovrebbe essere rivisto ed elevato ad una quota almeno superiore al 6,00% al fine di garantire un aumento pensionistico incisivo.

Questo e molto altro bolle in pentola, ma la situazione , almeno per ora , è ristagnante. Il Cocer con la nota di seguito ha esortato il Ministro della Difesa ad intraprendere misure urgenti. Presto sul tema , probabilmente interverranno anche le nuove compagini sindacali:

Il COCER ESERCITO, accertata la disponibilità espressa negli ultimi incontri dal Ministro della Difesa, Onorevole Lorenzo Guerini, e dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Enzo Vecciarelli, di affrontare l’annosa problematica della Previdenza che affligge il personale del Comparto Difesa  e Sicurezza, invita l’Autorità Politica ad attivare con urgenza il tavolo tecnico sull’argomento al fine di giungere, nel minor tempo possibile, ad una legge che tuteli la dignità economica previdenziale del personale militare che quotidianamente serve la Patria al fine di scongiurare un futuro ai margini della povertà.





METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI, OPPURE SEGUICI SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

loading…



Loading…


Loading…


Loading…

Condivisione

Lascia un commento