Paga la rata del condominio e minaccia con un coltello i dipendenti. Arrestato militare 56enne in pensione

Prato. Un militare dell’Esercito Italiano, da poco collocato in quiescenza, dopo aver pagato la rata condominiale presso lo studio dell’amministratore di condominio, ha letteralmente perso il controllo.

L’uomo subito dopo aver pagato la rata contestata avrebbe iniziato a discutere con il personale dell’ufficio, aggredendo verbalmente anche l’amministratore, minacciando tutti con uno sfollagente telescopico ed un coltello a serramanico.


La situazione è degenerata in pochi istanti e ne è nata una colluttazione con alcuni dipendenti dello studio. L’esagitato in breve è stato spinto fuori dall’ufficio. Due impiegati sono rimasti lievemente feriti. Ad avere la peggio, proprio il militare, che si sarebbe ferito da solo su una mano.

Da quanto riporta “Firenze post”, all’arrivo della polizia,l’esagitato era ancora sul pianerottolo dello stabile. Bloccato ed identificato, è stato trovato in possesso di tre coltelli a serramanico e di uno sfollagente.

Poco dopo gli agenti hanno perquisito l’abitazione dell’uomo ed hanno rinvenuto  e sequestrato alcune pistole scacciacani, numerose cartucce ed un pugnale d’assalto, oltre ad un tesserino militare irregolare.

Posto agli arresti, dovrà rispondere dei reati di  lesioni personali aggravate dall’uso di armi, minacce aggravate, porto ingiustificato di oggetti atti all’offesa, detenzione abusiva di armi e possesso di segni distintivi contraffatti.




Loading…


Loading…


Loading…

Condivisione

Lascia un commento