Operazione Minerva. Sarebbero 14 i militari nei guai

Al centro delle indagine c’è una ditta che pur dichiarando di rispettare le normative vigenti in materia di sicurezza eco-tossicologica, faceva produrre i gradi in Cina ed in Albania.

I controlli previsti non venivano effettuati tramite opportuni raggiri inducendo in errore gli uffici che liquidavano erroneamente le spettanze. In questo modo gli artefici del raggiro riuscivano a procurarsi ingiusti profitti a danno di tutta l’amministrazione militare.

Per aggirare il sistema, la ditta (A) aveva subappaltato il lavoro ad un’altra ditta  B e una parte della produzione finiva direttamente al mercato cinese e albanese. La ditta (B) inviava a sua volta parte del lavoro all’estero. In nessun caso veniva rispettato quanto pattuito con le amministrazioni militari sulle norme di sicurezza e provenienza del materiale.↓

Per i militari le accuse sono varie, da chi ha omesso le verifiche ed i controlli sulla produzione dei gradi in maniera del tutto volontaria, a chi avrebbe volontariamente omesso di segnalare l’accertata produzione in subappalto in Cina ed in Albania, oltre a chi avrebbe fornito illegittimamente notizie di ufficio che avrebbero dovuto rimanere segrete, facendosi promettere in cambio un appalto per la ffaa. 

Per l’ Aeronautica Militare sarebbero coinvolti  un Generale Ispettore, un Brigadier Generale, un Generale in pensione , 2 Colonnelli, 2 Tenenti colonnello ed un Tenente. Nell’Esercito Italiano i colonnelli coinvolti sarebbero 3, mentre i tenenti Colonnello 2 . Un Maggiore dell’Arma dei Carabinieri comparirebbe tra i registri degli indagati così come un Brigadiere Capo della Guardia di Finanza.↓

POTREBBE INTERESSARTI: RIORDINO:31 PERSONE INDAGATE PER LA DISTRIBUZIONE DEI GRADI.TRA LORO ANCHE ALCUNI MILITARI

Fondamentale il lavoro svolto dalla Squadra Mobile di Roma. Le intercettazioni ambientali avrebbero fatto emergere intrighi tra gli imprenditori ed alcuni dei militari coinvolti. L’Ordinanza di Misura Cautelare emanata in mattinata ha sgominato un vero e proprio sistema di raggiro contro le amministrazioni militari e lo stato italiano. Probabilmente, come spesso avviene in questi casi, le condanne saranno esemplari.


METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI. SIAMO ANCHE SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

Loading…






Condivisione

Lascia un commento