Mininno: cariche sindacali devono essere disciplinate dagli statuti, non dalla legge!

REQUISITI E DURATE DELLE CARICHE DEI SINDACATI MILITARI DEVONO ESSERE DISCIPLINATI DAGLI STATUTI E NON DALLA LEGGE

Durante l’audizione di mercoledì 21, relativa al disegno di legge 1893, sull’esercizio della libertà sindacale del personale delle Forze armate e delle Forze di polizia ad ordinamento militare, il gen. Giuseppe Zafarana, comandante generale del Corpo della guardia di finanza, ha evidenziato che l’articolo 8, nel prevedere l’ineleggibilità alle cariche sindacali del personale che si trovi impiegato in funzioni di comando obbligatorio per l’avanzamento o in attribuzione specifica o che rivesta l’incarico di comandante di Corpo, “appare suscettibile di determinare una compressione dei diritti sindacali e di rappresentanza”.

Ma questa non è l’unica limitazione. Infatti, secondo l’articolo 8, le cariche elettive delle associazioni professionali a carattere sindacale NON possono essere ricoperte da militari:
– in congedo (esclusa l’ausiliaria), che addirittura non hanno nemmeno il diritto di iscriversi;
– che non abbiano compiuto almeno cinque anni di servizio;
– che siano sospesi dall’impiego;
– che siano in aspettativa (non sindacale);
– che siano impiegati in funzioni di comando obbligatorio per l’avanzamento o in attribuzione specifica o che rivesta l’incarico di comandante di Corpo;
– che siano allievi di scuole o accademie militari (a questi ultimi è addirittura preclusa l’iscrizione);
– che abbiano riportato sanzioni disciplinari di stato.

L’insieme di queste limitazioni finisce per escludere dall’elettorato passivo gran parte del personale militare.

Lo stesso articolo disciplina la durata delle cariche, stabilendo che essa debba essere obbligatoriamente di quattro anni (non frazionabili), massimo due mandati consecutivi, con possibilità di rielezione dopo che siano trascorsi tre anni dal secondo mandato.

L’articolo 39 della Costituzione stabilisce che l’organizzazione sindacale sia libera e che ai sindacati non possano essere imposti particolari obblighi. E allora perché definire in maniera così stringente i requisiti e le durate delle cariche elettive, che dovrebbero invece essere regolati dagli statuti delle associazioni? Per il video clicca il link di seguito https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=558442518298855&id=112268749582903

METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI. SIAMO ANCHE SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

Loading…






Condivisione

Lascia un commento