Militari in Missione e conti della Difesa pignorati. Quali rischi ?

La Difesa italiana non attraversa un buon momento e questo lo si era capito, ma che arrivasse perfino a ipotizzare un diniego degli stipendi, nessuno poteva prospettarlo. Eppure una circolare a firma dello stesso Ministero, pare proprio che denunci gli ammanchi nelle casse del dicastero per via dei continui pignoramenti disposti dai Tribunali.

Per ora la situazione, se pur paradossale, sembra essere solo ipotetica. Il Ministero della Difesa – si apprende da una sintesi della circolare comparsa su “Il Giornale” – non potrà assicurare alcuna attività d’istituto (erogazione degli emolumenti al personale in servizio all’ estero presso gli Uffici degli Addetti della Difesa, somministrazione fondi ai Distaccamenti dipendenti, spese connesse al Rendiconto, anticipi e liquidazioni missioni, ecc.). ↓



Si precisa – conclude la circolare – che sono in corso più azioni volte al superamento dell’attuale stallo operativo e che sarà cura di questo Ufficio fornire ulteriori aggiornamenti nei prossimi giorni.

I pignoramenti a carico del Ministero non sono una novità, il probabile blocco degli stipendi si. Del caso pignoramenti si occupò perfino striscia la notizia lo scorso novembre 2019. Al tempo l’oggetto del contendere era diverso, si parlava di ICI e IMU ( leggi QUI) . Oggi il contenzioso che ha visto soccombere il dicastero riguarda “una serie di onerosi vincoli pignoratizi da parte di Poste Italiane S.p.A. che, sommati a quelli già precedentemente apposti, ammontano a circa 22,6 milioni di euro con conseguentemente “sconfino” di circa 3 milioni di euro rispetto al saldo contabile pari a circa 19,6 milioni di euro”.



Lo stesso SIAM “Sindacato Aeronautica Militare” si è detto sconcertato per quanto sta accadendo, considerando che il Ministero della Difesa non potrà pagare gli stipendi del personale militare impiegato all’estero e le indennità di missione a causa dei conti correnti pignorati per oltre 22 milioni di euro poiché  creditore verso varie Società alle quali non ha pagato le bollette di energia elettrica, acqua e gas . Situazione che appare fin da subito di una gravità inaudita e senza precedenti!

Il Ministro Guerini ai microfoni di Striscia dichiarò che la Difesa avrebbe provveduto a “sanare” gli ammanchi circa IMU e ICI. Presto, se la notizia risultasse fondata, con molta probabilità dovrà esprimersi anche su questa vicenda e il governo sarà costretto a reperire i fondi sufficienti a sistemare i conti del Ministero e a rasserenare gli animi dei lavoratori in uniforme.




loading…



METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI, OPPURE SEGUICI SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI


Condivisione

Lascia un commento