Militare della Guardia di Finanza si uccide in caserma. 45 i suicidi dall’inizio dell’anno

Dopo una domenica nel  segno della tragedia,  che ha visto prima il suicidio di una soldatessa dell’Esercito Italiano e poi di un poliziotto, è giunta la notizia del 45esimo suicidio. Questa volta è stato un finanziere a farla finita.

Domenica scorsa la soldatessa si era impiccata nella propria cameretta all’interno della caserma “Salsa”, ma l’Osservatorio Militari durante una conferenza stampa aveva chiesto di bloccare la cremazione per via di dubbi emersi durante le indagini. Secondo Domenico Leggiero, presidente dell’ Osservatorio Militari, la donna non avrebbe dovuto essere in caserma, in quanto  posta in convalescenza proprio  a causa di una forma di depressione ( leggi QUI).


Al suicidio della donna si era aggiunto, in tarda serata, un poliziotto 52enne, uccisosi  con la propria pistola d’ordinanza dentro la sua auto. Il dramma si era consumato nel siracusano.

Ieri l’ennesima tragedia. Questa volta ad uccidersi è stato un finanziere. Il militare si è recato nel bagno della caserma della Guardia di Finanza di Cremona e si è puntato la pistola d’ordinanza sotto l’ascella, in direzione del cuore, esplodendo un colpo fatale.L’uomo lascia la moglie e tre figli.





Loading…


Loading…


Loading…

Condivisione

Lascia un commento