Junior Cally e l’insulto alla Polizia. Paoloni (Sap): «La Tv di Stato complice di un messaggio sbagliato. Perché non ricordano i nostri caduti?»

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del SAP “Sindacato Autonomo di Polizia”

«Per rispetto nei confronti di chi rischia la propria vita ogni santo giorno per garantire la sicurezza della brava gente e nel rispetto di chi la vita l’ha persa, bisognerebbe spegnere la Tv nel momento in cui tale Junior Cally farà il suo ingresso sul palco di Sanremo».

A dichiararlo è Stefano Paoloni, Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap), in merito al testo di una canzone del rapper, con la quale manda a quel paese lo Stato e la Polizia.



«E’ vergognoso e inaccettabile che la Tv di Stato presti la spalla a questi pseudo artisti, permettendo di veicolare un messaggio altamente nocivo per le nuove generazioni e per tutti gli spettatori a casa. Il palco dell’Ariston – prosegue Paoloni – è un amplificatore importante che, al contrario, avrebbe potuto ricordare e rendere omaggio ai tanti di noi che sono morti con la divisa addosso. Basti pensare che nel 2019 hanno perso la vita in servizio 10 uomini in divisa. La stessa divisa – conclude – sulla quale Junior Cally ha sputato odio e ingratitudine».


METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI, OPPURE SEGUICI SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

loading…



Loading…


Loading…


Loading…

Condivisione

Lascia un commento