Ispettore si uccide il giorno del suo compleanno a pochi passi dalla caserma della Polizia

https://www.facebook.com/groups/rocco.gallo/permalink/1033398866868869/

Ennesimo suicidio nel comparto sicurezza.. Questa volta a togliersi la vita è stato Ermanno Passaretti , Ispettore Superiore della Polizia di Stato. Passaretti si è ucciso proprio davanti  alla caserma dove aveva lavorato per una vita. Un gesto che ha lasciato attoniti quanti lo conoscevano.



Il  poliziotto non avrebbe lasciato alcuno scritto, si è puntato la pistola d’ordinanza al petto ed ha esploso il  colpo fatale. La tragedia è avvenuta verso le 15 di oggi  pomeriggio , davanti la sede del reparto Volanti, in Via Guido Reni, zona Prati. Il corpo dell’uomo è stato ritrovato riverso nella sua auto da alcuni colleghi. La strada è rimasta chiusa per diverso tempo al fine di permettere i rilievi del caso.

L’Ispettore Superiore di Polizia Ermanno Passaretti si è ucciso proprio il giorno del suo 60esimo compleanno.Lascia la moglie e la figlia. Il SAP del Lazio ha rilasciato un comunicato stampa:

«Fermare questo preoccupante fenomeno»
«Il Sap Lazio (Sindacato Autonomo Polizia), si stringe nel dolore, alla famiglia del caro collega Ermanno Passaretti, che si è tolto la vita, proprio dinanzi a quella che è stata la sua casa da sempre, la caserma Maurizio Giglio di Via Guido Reni, a Roma, ennesimo suicidio in Polizia».

Simone De Viti

Fonte foto fb




Loading…


Loading…


Loading…

 

Condivisione

Lascia un commento