Il Pitbull del pregiudicato azzanna il poliziotto , il collega spara e lo uccide

NAPOLI. L’agente spara al pitbull che aveva appena aggredito il collega. Una prima volta, poi una seconda quando si sente minacciato lui stesso.

Il video di quella scena, accaduta il 12 luglio davanti alla casa di un pregiudicato napoletano (QUI LA NOTIZIA) ha scatenato una valanga di polemiche. Particolarmente rabbiose le reazioni di varie associazioni animaliste, che hanno accusato il poliziotto di essere stato incapace di gestire la situazione.

Ora spunta un altro video, da un’altra prospettiva, pubblicato sulla pagina Puntato, l’app degli operatoti di polizia: il primo agente ad essere attaccato dal cane è defilato, tra due auto, rispetto alla scena principale con il pregiudicato al centro.

L’agente con la pistola si accorge di quello che sta succedendo e spara. Il cane guaisce, gira su se stesso, e si avvicina al suo padrone. Ma punta il poliziotto che gli ha fatto del male, che esplode un secondo colpo. Il cane, colpito da due proiettili, è morto.

 

Condivisione

Lascia un commento