Generale dei carabinieri in pensione sfrattato – La casa venduta all’asta

Si è sentito male ed è stato soccorso dal 118 quando la proprietà ha insistito nello sfratto, al primo accesso dell’ufficiale giudiziario. Lui, 87 anni, invalido al 100 per cento, costretto a spostarsi in carrozzella, pienamente cosciente e in grado di mantenere il nucleo familiare, non ha retto allo stress, pur avendo dichiarato la disponibilità a rilasciare l’immobile, in cambio di un rinvio a breve.

Lui è Vincenzo Romano e l’avvocato Sara Serritiello, che lo assiste, ha autorizzato la divulgazione del nome. Un nome noto in provincia perché Romano è un ex generale dei carabinieri. E il legale ha voluto rendere noto il caso per segnalare «la mancanza di solidarietà umana, trattandosi del primo accesso e di una richiesta di rinvio di pochi mesi, soprattutto in presenza di un minore e di un invalido al 100%, l’assoluta mancanza di assistenza da parte dell’amministrazione comunale del luogo».

Siamo alla Castellaccia e lo sfratto della famiglia Romano (il generale, il figlio, la nuora e i loro due figli) è conseguente a una vendita all’asta. L’avvocato spiega di aver chiesto il rinvio della procedura affinché la famiglia possa sistemarsi al meglio altrove.

Leggi tutto, clicca QUI

 

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento