Forze armate e polizia sbugiardano il governo: “Ma quali aumenti. Nulla di più falso”

Solo chiacchiere e propaganda. Forze armate e corpi di Polizia bollano così le informazioni circolate oggi in merito ai presunti aumenti in busta paga da gennaio. “Nulla di più falso”, tuona Domenico Pianese, segretario generale del Coisp, Sindacato indipendente di Polizia, che ha contestato così le notizie comparse oggi su alcuni organi di stampa che parlano di aumenti e arretrati disponibili in caso di firma di un accordo entro il 2017. Continua ↓

Il mondo delle forze armate è in subbuglio. Ancora una volta, infatti, il governo sembra non tenere nella giusta considerazione gli operatori della sicurezza. Tutto questo mentre la concertazione è ferma  da quattro mesi e il tavolo è in scadenza. Una situazione che ha spinto le varie rappresentanze a prendere posizione. Continua ↓

Anche il Cocer della Marina Militare, in merito alle indiscrezioni emerse, non ha mancato di farsi sentire spiegando che “le notizie apparse su organi di stampa e televisioni sono prive di fondamento, a meno di essere di fronte ad un regime vecchio stampo che decide unilateralmente. Il governo – prosegue la nota – continua ad essere inadempiente nel non convocare, come prevede la legge, il Cocer, unico organo deputato alla trattazione del nuovo contratto per le forze armate”. Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento