Esercito: morta Carla Liberti, graduato Aiutante di Sanità. Aveva 37 anni

Carla Liberti, 37 anni, effettiva dell’Esercito a Vercelli quale graduato Aiutante di Sanità e moglie del Caporal Maggiore Marco Albanese,  è deceduta la scorsa notte a causa di un male incurabile.

La donna, oltre al marito ( allenatore delle giovanili della Pro Vercelli) ,  lascia un figlio di 10 anni. La tragica notizia si è subito diffusa negli ambienti dell’ Esercito, suscitando enorme commozione tra quelli che l’avevano conosciuta ed avevano avuto modo di lavorare con lei. Carla ha lottato per quattro anni , durante i quali non ha mai perso la speranza, ma il male purtroppo ha prevalso impietosamente.


Carla è morta a Nola, città nativa da cui si era allontanata  per motivi di lavoro. Di seguito il messaggio di cordoglio dell’ Associazione Nazionale delle Voloire:

Un nuovo doloroso accadimento colpisce ancora la collettività della Associazione delle Volòire.
Se in qualche modo, tutto da verificare, l’età o le vicissitudini possono attenuare o quasi ammorbidire la pena, in questo caso siamo di fronte ad una ferita dolorosissima. Nel pieno della maturità dei Suoi trentasette anni, dopo una implacabile malattia, nella notte ci ha lasciato Carla Liberti effettiva al Reggimento dal 2008 ed in servizio quale graduato Aiutante di Sanità, moglie del Caporal Maggiore Capo Marco Albanese effettivo ed in servizio al Reggimento. Hanno un figlio di dieci anni che si chiama Gaetano.
L’estremo saluto sarà reso oggi 8 agosto alle ore 10.00 nel Duomo di Nola (Napoli)
Il Presidente e tutta l’Associazione partecipano al lutto.




Loading…


Loading…

Loading…

Condivisione

Lascia un commento