Due partiti contro il carabiniere che ha offeso Mattarella

Il capogruppo della Lega in consiglio comunale a Sarzana ha attaccato con un post su Facebook  il presidente della Repubblica Seregio Mattarella, postando  una sua foto riportante la scritta  “traditore della Patria” in riferimento alla formazione del nuovo governo Pd-M5S.

I.E. , queste le sue iniziali, si è presto ravveduto, ma inutilmente. Malgrado  abbia rapidamente rimosso il post, la foto del Presidente Mattarella con la scritta “traditore della patria” associata al suo al profilo era già virale.↓


In  molti chiedono le sue dimissioni da capogruppo leghista, tra questi anche tre esponenti di partito , come la segretaria provinciale del Partito democratico Federica Pecunia , che ritiene “L’offesa da uomo delle istituzioni e delle forze dell’ordine al Presidente della Repubblica, inaccettabile”.

Anche la parlamentare del PD Raffaella Paita  è intervenuta sulla vicenda: “Il capo dello Stato è stato definito ‘traditore’ per non aver violato la Costituzione repubblicana sciogliendo il Parlamento per fare seguito alla richiesta di ‘pieni poteri’ giunta dal leader del partito, Matteo Salvini”.

“Ci troviamo dinnanzi a un fatto grave e inquietante, ancor di piu’ se consideriamo che l’esponente leghista e’ anche un carabiniere. Parliamo di ipotesi di reato come oltraggio a un corpo politico e amministrativo dello Stato e vilipendio del presidente della Repubblica – ha continuato la piddina – E. I. farebbe bene a rassegnare le immediate dimissioni e Matteo Salvini a chiedere subito scusa a Sergio Mattarella, anziché’ manifestare in piazza contro se stesso per la caduta del governo gialloverde”.

Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea  invece chiede ben altro . Ricordo che una insegnante a Torino è stata licenziata per aver semplicemente gridato contro polizia schierata a protezione di manifestazione neofascista. Se una cosa del genere l’avesse scritta un’insegnante o un dipendente pubblico comunista o dei centri sociali i leghisti avrebbero immediatamente chiesto il licenziamento.
Presenteremo un esposto per evitare che la vicenda venga insabbiata”, afferma in una nota .




Loading…


Loading…


Loading…

 

Condivisione

Lascia un commento