Droga sparita dalla caserma, finanzieri assolti in Campania

https://www.corrieredicomo.it/minaccia-la-moglie-con-la-pistola-militare-38enne-a-processo/

Ti interessa avere le news in tempo reale sul tuo smartphone? NSM mette a tua disposizione due semplici modalità di iscrizione , ed entrambe sono completamente gratuite, clicca QUI  Assolti perché il fatto non sussiste. Questa la sentenza emessa dal collegio del giudice Orazio Rossi del Tribunale di Santa Maria Capua per il maggiore della Guardia di Finanza, Francesco Nasta, e per i due suoi colleghi Pasquale Topa e Antonio Casciari. Il dispositivo è stato letto nel tardo pomeriggio di ieri dopo una lunga camera di consiglio. Bisognerà ora attendere novanta giorni per il deposito delle motivazioni.

Nell’udienza del 27 gennaio scorso, il pm Gerardina Cozzolino aveva chiesto 10 anni di reclusione per Nasta e 8 anni per Topa e Casciari. Una vicenda particolare che aveva creato molto scalpore quella legata ai tre finanzieri, all’epoca dei fatti tutti in servizio presso la caserma di Aversa.

Nasta era imputato con l’accusa di essersi appropriato di 4 chili di cocaina sostituita con dei panetti di Das al fine di ricreare il reperto conservato nella cassaforte della caserma. Casciari e Topa, invece, erano imputati per esserne stati complici nella falsa distruzione. Nel 2016, alla fine delle indagini coordinate dalla procura di Santa Maria Capua Vetere, diretta da Maria Antonietta Troncone, il maggiore che era al comando del Gruppo, Nasta, fu l’unico colpito da ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari, poi scarcerato dal Riesame. Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento