Dopo la notizia del trasferimento militare perde il controllo e pesta a sangue il superiore

Un militare avrebbe perso il controllo in seguito alla notizia del proprio trasferimento, chiudendo il superiore in una stanza e pestandolo a sangue.



Malgrado la notizia sembri una bufala bella e buona, pare proprio  che un maresciallo dei carabinieri abbia pestato il proprio superiore dopo che questi lo aveva informato del trasferimento imminente.



Da quanto riporta l’agenzia di stampa “Agi” la vicenda sarebbe occorsa nella Stazione dei carabinieri di Carolei in provincia di Cosenza, dove il maresciallo, al comando della stazione stessa, avrebbe prima rinchiuso in una stanza e poi pestato a sangue il proprio Comandate di Compagnia che riveste il grado di capitano.

Malgrado lo stretto riserbo tenuto sulla dinamica dei fatti, la notizia è trapelata ugualmente. Ora il militare dovrà rispondere di diversi reati tra i quali “sequestro di persona”e  lesioni. ↓




L’aggressione è avvenuta lo scorso venerdì. Il militare dopo aver ricevuto notizia di dover lasciare il comando della stazione alla volta di Corigliano Calabro, si sarebbe recato nell’ ufficio del diretto superiore chiudendo la porta e gettando le chiavi dalla finestra, aggredendolo brutalmente con  calci e pugni.

Leggi anche: Il  maresciallo che ha aggredito il superiore ha tentato il suicidio


METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI, OPPURE SEGUICI SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

immagine di repertorio

Loading…


Loading…


Loading…

Condivisione

Lascia un commento