DIFESA –  PRESIDENTE RIZZO SU CONCLUSIONE VISITA COMMISSIONE CAMERA A BASE MILITARE GIBUTI

Si è conclusa questa notte con rientro all’aeroporto di Pratica di Mare a bordo di un aereo KC 767 dell’Aeronautica Militare ,  la visita della delegazione della Commissione difesa della camera dei deputati presso la base militare italiana a Gibuti  . 

La delegazione era  guidata dal Presidente Gianluca Rizzo e composta inoltre dai deputati Renzo Tondo, Matteo Perego Di Cremnago,  Giovanni Luca Aresta, Alberto Pagani, Roberto Paolo Ferrari e Nicola Carè.

“Un’attività conoscitiva che l’Ufficio di Presidenza della Commissione -riferisce il Presidente Rizzo- ha voluto fortemente per permettere ai suoi componenti di poter avere contezza del ruolo strategico della base nonché delle  scelte compiute e da compiere nell’autorizzarne i finanziamenti e il suo ruolo all’interno delle missioni internazionali dell’Italia”



“Sono stati due giorni intensi attraverso i quali abbiamo potuto appurare – afferma Rizzo- l’efficienza della base, riconosciuta come eccellenza nella gestione delle risorse anche da altri contingenti presenti , la preparazione del personale interforze al comando del colonnello dell’esercito italiano Michele Chiedi, l’operosità dei nostri carabinieri nell’addestrare le forze di polizie somale e gibutiane.”

 La delegazione ha potuto verificare il notevole lavoro che sta svolgendo il nucleo di cooperazione civile e militare (CIMIC) che si occupa di sostenere con progetti umanitari le popolazioni locali. 

“Ritengo molto prezioso – conclude il Presidente Rizzo – questo percorso deciso collegialmente dall’Ufficio di Presidenza perché consente a tutte le forze politiche di apprezzare l’alto livello umano e professionale espresso dai nostri uomini e dalle nostre donne in uniforme e favorire anche per questo decisioni condivise e consapevoli”. 




loading…




METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI, OPPURE SEGUICI SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

loading…



Loading…


Loading…


Loading…

Condivisione

Lascia un commento