Covid19: muore poliziotto che ha scortato il Premier Conte

ROMA – Non ce l’ha fatta il Sostituto Commissario della Polizia di Stato Giorgio Guastamacchia di 52 anni, in servizio presso il Dipartimento della Pubblica Sicurezza. La sua morte è avvenuta poche ore fa.

L’agente è morto in seguito alle complicazioni di una polmonite da Coronavirus. Soltanto ieri sera ci aveva lasciato un Luogotenente dei carabinieri in servizio di Cava dei tirrenti ( Leggi QUI) . Il  poliziotto lascia due figli e la moglie.↓



Guastamacchia era stato uno  degli agenti di scorta del presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Profondi sentimenti di cordoglio e di vicinanza ai familiari sono stati espressi dal capo della Polizia Franco Gabrielli   attorno ai quali si stringe la grande famiglia della Polizia di Stato“. Paolo Gentiloni lo ricorda come un “poliziotto esemplare”, Matteo Renzi come un “signor professionista”.Il ministro Luigi Di Maio lo ha voluito salutare con un post sui social definendo gli agenti di scorta come “uomini e donne con cui condividi gran parte della tua giornata e con cui entri in simbiosi”. Antonio Tajani si è detto vicino “ai colleghi del servizio scorte e a tutta la polizia di Stato”.




Condivisione

Lascia un commento