Complicanze di polmoniti da coronavirus”: morti altri due carabinieri

L’Arma dei Carabinieri piange quattro militari deceduti a causa del coronavirus. Gli ultimi due decessi sono avvenuti nella notte. Si tratta del luogotenente Mario D’Orfeo di 55 anni, comandante della Stazione di Villanova d’Asti, e del maresciallo Fabrizio Gelmini, di 58 anni della Stazione di Pisogne, in provincia di Brescia. 



La notizia è stata resa nota dalla stessa Arma dei Carabinieri

Nella ultime ore, a causa delle complicanze di polmoniti da coronavirus, sono deceduti il Luogotenente C.S. Mario D’Orfeo, 55enne, e il Maresciallo Maggiore Fabrizio Gelmini, 58enne, rispettivamente, comandante della Stazione Carabinieri di Villanova d’Asti e addetto alla Stazione Carabinieri di Pisogne (BS).

Entrambi impiegati presso stazioni carabinieri, hanno dedicato la propria vita al dovere, alle istituzioni e soprattutto ai cittadini e alle comunità su cui erano chiamati a vigilare.

Il luogotenente D’Orfeo è stato impiegato alcuni anni a Palermo, sia come addetto a stazione che presso il nucleo radiomobile, successivamente, presso la Scuola Allievi Carabinieri di Fossano (CN), come istruttore e dal 2015 aveva assunto il comando della Stazione di Villanova d’Asti.



Il maresciallo Gelmini, prima come carabiniere e successivamente come sottufficiale, è sempre stato impiegato presso stazioni carabinieri. A quella di Pisogne era giunto nel 1994.

Il Comandante Generale e tutta l’Arma dei Carabinieri si stringono compatti intorno al dolore delle famiglie dei militari.


METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI, OPPURE SEGUICI SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

Loading…


Condivisione

Lascia un commento