Carabinieri -Continua il processo per i militari dediti al ricatto

Due carabinieri implicati in un’insana vicenda che li vede protagonisti di presunti illeciti. Convocato come testimone nel processo anche un loro superiore, il Maggiore R.B., che non si è presentato all’udienza dello scorso 12 settembre, quindi il prossimo 26 settembre  sarà  “accompagnato” dai colleghi in tribunale.

La vicenda risale ad alcuni anni fa , quando i due vennero intercettati su disposizione della magistratura dai loro colleghi . Si scopri cosi che erano dediti al ricatto . Mentre un carabiniere controllava i documenti all’automobilista fermato l’altro sistemava droga all’interno dell’abitacolo della sua auto, poi chiedevano al malcapitato 10.000 euro per lasciarlo andare. Altre volte ricorrevano all’ alcoltest modificato, facendo risultare positivo l’etilometro .

M. A. e M. M., rispettivamente maresciallo e appuntato del nucleo radiomobile di Mogoro (provincia di Oristano)  sono i protagonisti di questa vicenda, che vede implicati anche alcuni investigatori privati.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento