CARABINIERI DI PRATO: SERVIZI AUTOMONTATI CON MILITARE SINGOLO A DISCAPITO DELLA SICUREZZA DEGLI OPERATORI.

A seguito di segnalazione giunta alla Segreteria Regionale della Toscana e alla Segreteria Nazionale,” –  afferma Massimiliano Zetti, Segretario Generale del Nuovo Sindacato Carabinieri – “è emerso che alla Stazione Carabinieri di Prato viene impiegato e comandato di servizio esterno con le pattuglie della Compagnia Intervento Operativo di Firenze, un singolo militare, che oltre a condurre l’autovettura da solo, accodandosi a quelle della C.I.O., deve anche rispondere al telefono, utilizzare la radio per i collegamenti con la Centrale Operativa, ecc. ecc.

Le stesse disposizioni, non sembrano in linea con le procedure operative che devono contenere anche un’adeguata sicurezza e protezione in favore dell’operatore nei servizi esterni.”

“Atteso che la normativa vigente, ai fini della sicurezza degli operatori, prevede l’utilizzo di un singolo militare esclusivamente per le mansioni di carattere burocratico e logistico, ma non per i servizi esterni quali pattuglie e perlustrazioni, abbiamo scritto“ – conclude Zetti – “ al Comando  Generale affinché intervenga per ripristinare le condizioni minimali di sicurezza operativa e personale per i militari comandati di servizio esterno presso quel Comando Stazione Carabinieri, richiamando quel Comandante al rispetto delle norme. “

“Questo Sindacato non trova giustificazione operativa a tale scelta di servizio, che risulta oggettivamente pericolosa per la sicurezza del militare singolo e comunque di fatto errata ed in contrasto con le normative vigenti.”

Nuovo Sindacato Carabinieri, #ilsindacatodelcarabiniere


METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI. SIAMO ANCHE SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

Loading…


Condivisione

Lascia un commento