Carabiniere si uccide con la pistola d’ordinanza. Viveva nella casa di un amico

Un carabiniere di 54 anni  si è suicidato nell’abitazione di un’amico. 

L’ Appuntato Scelto Qualifica Speciale D. C. prestava servizio nella Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Fossano ( CN). Il dramma si è consumato all’interno dell’abitazione di un amico,dal quale si era trasferito da un po di tempo. Un colpo alla fronte con la propria pistola d’ordinanza per porre fine alle probabili angosce che lo tormentavano.

Un gesto tragico che spesso viene sottaciuto dagli organi di stampa nazionali, ma che conta nella sola Arma dei  carabinieri ben 10 suicidi  dall’inizio del 2020, ventiquattro in seno al Comparto Sicurezza e Difesa. ↓

Una scia di sangue senza precedenti che sembra non avere fine e tenuta in costante aggiornamento nel gruppo fb Osservatorio Suicidi in Divisa. Sempre nella giornata di ieri era stato ritrovato il corpo senza vita di un “ex” carabiniere di 52 anni. L’uomo, residente a Castelvetrano  era celibe e viveva da solo, ma da diversi giorni non si era più visto in giro.

Sono stati i vicini di casa ed i parenti ad avvisare le autorità, dopo che avevano provato a bussare alla sua porta con insistenza, ma senza ricevere alcuna risposta. Anche in questo caso prevale l’ipotesi del suicidio.


METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI. SIAMO ANCHE SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

Loading…






Condivisione

Lascia un commento