Avigan: c’è l’ok dell’AIFA. Da domani potrebbe iniziare la sperimentazione in Veneto

L’Avigan , il farmaco  giapponese i cui effetti sono ancora incerti, ha avuto il via libera dell’Aifa.

I primi test sono promettenti. Il 91% dei casi avrebbe sviluppato la negatività al virus in soli 4 giorni. Questi risultati sono stati confermati da Cina e Giappone su un test eseguito su 340 pazienti.




Il farmaco è prodotto dalla Fujifilm, azienda giapponese, ma la società farmaceutica cinese  Zhejiang Hisun Pharmaceutical Co. Ltd., ,ha già acquistato i diritti esclusivi di favipiravir dalla Toyama Chemical Co. Ltd. (Fujifilm) .

La notizia del farmaco brevettato in Giappone  nel 2014  è diventata virale grazie al video di un farmacista che vive a Tokyo ↓




 

Il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia non perde tempo prezioso  :

“Spero già da domani la sperimentazione in Veneto”

«Ieri sera avete visto il video di un farmaco giapponese- ha dichiarato  Zaia -L’ Avigan (Favipiravir). Vi informo che Aifa ha dato ok alla sperimentazione e quel farmaco parte anche in Veneto, spero da domani».

POTREBBE INTERESSARTI: AVIGAN, FARMACO CHE FUNZIONA CONTRO IL CORONAVIRUS O BUFALA?ECCO COSA ABBIAMO SCOPERTO

Scettico il virologo Burioni: non è certo funzioni↓




 «Non esistono evidenze scientifiche in merito», ha dichiarato il virologo Roberto Burioni,  «Il farmaco russo, il preparato giapponese, la vitamina C, la pericolosità dell’ibuprofen, i proclami sugli Ace inibitori che i somari scrivono Eca  hanno una cosa in comune: sono tutte scemenze.

L’Avigan quindi deve essere ancora testato su ampia scala ed i suoi effetti sono ancora incerti. Solo ulteriori test potranno darci conferma del funzionamento di questo farmaco.

Di certo sappiamo che il  Favipiravir, era già stato utilizzato nel nostro paese nel lontano2015 presso lo Spallanzani di Roma come trattamento sperimentale contro l’Ebola.

La Corea Del Sud, in piena pandemia, ha rifiutato il suo utilizzo.L’Avigan,secondo i virologi coreani,  non è efficace, talvolta addirittura letale, così come confermato su test effettuati su animali.

Gli italiani devono ancora tenere duro, si resta a casa. Non ci resta che incrociare le dita.


METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI, OPPURE SEGUICI SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

Loading…






 

Condivisione

Lascia un commento