Assolto il sottufficiale della Guardia Costiera accusato di truffa aggravata per permessi legge 104

Un sottufficiale della Guardia Costiera è stato assolto dall’accusa di truffa aggravata  ai danni dello Stato.

Il  Giudice Monocratico Stefano Sernia, del tribunale di  Lecce ha assolto il militare della Guardia Costiera perché il fatto non sussiste.

Da quanto riporta “Il Corriere Salentino, l‘uomo, anni 42, in servizio presso l’Ufficio Circondariale Marittimo di Otranto era stato sottoposto a  pedinamento dal personale militare del Comando Generale del Corpo, per sospetto abuso nell’utilizzo dei Permessi ex art.33 Legge 104/92.

Al militare veniva contestata una presunta omissione di qualsiasi forma di assistenza al familiare disabile. L’attività di controllo del Corpo delle Capitanerie, secondo la difesa e condivisa dal tribunale, sarebbe stata effettuata in carenza dei poteri di Polizia Giudiziaria.

Il Corpo delle Capitanerie ha funzioni di P.G. limitatamente alle materie del Codice della Navigazione e delle Leggi Speciali e non per i reati comuni. Inoltre al militare è stata riconosciuta l’assoluta correttezza della condotta nella fruizione dei permessi 104.

Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)

Loading…






Condivisione

Lascia un commento