Assolto dopo 10 anni il finanziere accusato di calunnia per un’indagine sul traffico di droga.

Il militare era stato accusato di falso ideologico e calunnia in seguito ad un’indagine su un traffico di droga. L’inchiesta ed il processo si sono conclusi dopo dieci anni.

Massimo Zuin, 53enne brigadiere della Guardia di Finanza, era finito nei guai dopo aver relazionato sui loschi movimenti di due spacciatori. 

Il militare aveva effettuato due appostamenti, ed in uno in particolare aveva visto uno scambio di droga tra un pusher albanese ed uno  magrebino. Le relazioni di servizio però non convinsero la procura. Da allora per il militare iniziò un vero e proprio calvario.

Secondo l’accusa, i due malviventi nella circostanza non potevano essere nello stesso posto allo stesso momento, poiché i loro telefoni erano ad una distanza di 50 chilometri .

Il pusher albanese allora era già controllato dalla Polizia di Venezia, mentre il cellulare del magrebino era sotto il controllo della Guardia di Finanza di Padova.

Da quanto riporta “Il Gazzettino”, dopo 10 anni, anche il pm Emma Ferrero ha chiesto l’assoluzione e  finalmente il militare è stato prosciolto da tutte le accuse dal Tribunale di Padova.

Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)

Loading…







Condivisione

Lascia un commento