Ammodernamento e riparazione di unità navali: nei guai 12 persone.

Le indagini condotte dai militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria  della Guardia di Finanza di Taranto hanno condotto all’arresto domiciliare di 12 persone , tra le quali anche due ufficiali della Marina Militare e due dipendenti civili della Difesa.

L’accusa , a vario titolo, è di associazione per delinquere, turbata libertà degli incanti, corruzione e furto aggravato.



Secondo gli inquirenti, le aggiudicazioni di 15 appalti banditi dall’Arsenale e dalla Stazione Navale della Marina Militare di Taranto, sarebbero state pilotate. I fatti risalirebbero ai mesi di ottobre novembre e dicembre 2018.   

Da quanto si apprende da “Il Fatto Quotidiano” gli appalti erano stati banditi dall’Arsenale e dalla Stazione Navale della Marina Militare di Taranto, per una cifra di 4,8 milioni di euro di lavori di ammodernamento e riparazione delle unità navali.

L’ordinanza di custodia cautelare è stata firmata dal gip del Tribunale di Taranto Benedetto Ruberto su richiesta del procuratore aggiunto Maurizio Carbone. 





METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI, OPPURE SEGUICI SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI


Condivisione

Lascia un commento