L.104 – Tre giorni di consegna a carabiniere che fruiva dei permessi per fare sport

Oggi vogliamo segnalarvi l’articolo scritto da clemente pistilli  per h24notizie . La “vittima” o  meglio, “il colpevole” è un Appuntato dei carabinieri che fruiva dei permessi concessi dalla legge 104 per dedicarsi a delle gare sportive…..

Confermati dal Tar il trasferimento e la sanzione disciplinare inflitti a un appuntato dei carabinieri di Gaeta. Il militare, in tre diverse occasioni, mentre usufruiva dei permessi retribuiti per assistere la madre disabile ad Acerra, anziché recarsi ad aiutare la donna era andato a partecipare a gare ciclistiche.

Un caso esploso nel 2015 e che ha portato a un’indagine a carico del militare con l’ipotesi di truffa. Il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale militare di Roma ha poi assolto il carabiniere, ritenendo che la condotta a lui contestata non fosse un reato, ma definendola comunque “riprovevole”. L’Arma ha così prima trasferito l’appuntato a Formia, battendo sull’incompatibilità ambientale venutasi a creare, e poi definitivamente a Fondi, infliggendo allo stesso anche la sanzione di tre giorni di consegna.

Provvedimenti impugnati dal carabiniere ma ora confermati dal Tar di Latina. I giudici amministrativi hanno specificato che “sfugge al ricorrente il disvalore delle sue condotte”.

FONTE

Condivisione

Lascia un commento